Newsflash

 

Il presente sito è in linea dal mese di aprile 2005.
Nel mese di marzo 2010 si è provveduto all'aggiornamento.
Nel menù di sinistra sono presenti tutte le sezioni accessibili ai visitatori.
 
Si augura a tutti gli utenti una buona navigazione.

 

Cerca nel sito

Sondaggi

Cosa manca nel sito?
 
1.6 Maestri ed Educatori
Stampa
Scritto da Administrator   
Sabato 03 Aprile 2010 18:37

1.6. MAESTRI ED EDUCATORI - Teachers and Educators -  Maîtres et Educateurs

 

 

Riporto qui di seguito i nominativi di una buona parte di coloro che ho avuto la ventura di incontrare sul mio cammino,dalle elementari alle scuole secondarie e universitarie,nella vita militare,professionale,extraprofessionale e nelle relazioni interpersonali,dai quali ritengo di avere assorbito degli insegnamenti o lezioni di vita,che hanno,comunque,arricchito la mia personalità.

 

  • dr. Nicola Abrescia, veronese, Primario medico ostetrico-ginecologo, Presidente dell'Università Popolare di Verona e della CNUPI.
  • Mons.dr.prof.Domenico Ambrasi, napoletano, Docente di Matematica in Seminario; di Metodologia della ricerca storica e di Storia della Chiesa alla FacoltàTeologica, in seguito Docente all'Università degli studi di Salerno. Storico, autore di importanti ricerche e pubblicazioni di carattere storico e storiografico.
  • dr.Herbert W.Armstrong (1892-1986), manager pubblicitario. Fondatore della Worldwide God Church,dell'Ambassador College (poi Ambassador University) di Pasadena in California e di una Università ad Albany in Inghilterra.Col Dipartimento di Teologia e Scienze bibliche promosse un vasto programma di divulgazione della Bibbia, gratuitamente, in sette lingue. Mi sento in dovere di affermare che dalle ricerche di Armstrong e dalle centinaia di pubblicazioni gratuite ricevute ho imparato più che da qualsiasi altra fonte, per quanto riguarda la Sacra Scrittura, la Teologia biblica ,l'ebraico e il greco biblico, la storia del Cristianesimo antico, la Critica testuale.
  • Mons.prof.Giovanni Bandino, Rettore del Seminario arcivescovile di Capodimonte a Napoli (1953-58), docente di Teologia morale nel Seminario Maggiore.
  • Cap. Armando Biancini, romano, Comandante della 1a Compagnia Carrista presso il CAR delle Truppe Corazzate di Avellino nel 1962-63: un vero Ufficiale di carriera, degno di questo nome, un Comandante d'altri tempi, che si oppose all'uscita della Compagnia in esercitazione a causa della pesante situazione meteorologica.
  • dr.prof.Franco Bielli, socialista biellese,maestro elementare e poi professore di Lettere nella scuola media. Assessore all'Istruzione e vice Sindaco di Biella dal 1970 nelle prime giunte di centrosinistra. Presidente del Comprensorio Biellese.Luminosa figura di politico e amministratore pubblico. Esempio e modello di probità.  
  • dr. prof. Mario Brignole, genovese, Pretore Dirigente a Genova, Docente di Diritto Civile all'Università di Genova, grande amico del prof.Salvatore Farina, e membro della Commissione della mia tesi di laurea.
  • dr. prof. Giuseppe Cannarella, siciliano, Preside nei Licei, Docente di Psichiatria sociale e Igiene mentale all’Università degli studi di Catania, di Psichiatria transculturale alla Pontificia Università Urbaniana di Roma, Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Sociosanitari di Roma. Consigliere OMS-Organizzazione Mondiale della Sanità. Conosciuto in ambito CNUPI. Mi consentì di frequentare il Corso di qualificazione in Psicologia grazie al mio status di Docente incaricato presso la Scuola Superiore di Servizio sociale dell' ANSI di Biella e di conseguire il relativo Diploma presso la sede di Pescara dell'Istituto Superiore di Studi Sociosanitari, da lui fondato nel 1969.
  • Padre dr. prof. Felice Cerroni, ciociaro, mio padrino di cresima. Carmelitano (come carmelitano, Padre Bernardo), Priore del Convento e della Basilica del Carmine Maggiore di Napoli e Padre provinciale dell'Ordine. Laureato in Lettere classiche e in Filosofia. Cappellano di fabbrica Delegato Onarmo (Opera nazionale assistenza religiosa e morale agli operai), uno dei primissimi a Napoli e in Italia, autore dei "Piccoli Quaderni per Operai" e di altre pubblicazioni di pastorale del lavoro. Parroco, prima professore e poi Preside della scuola media di Vico Equense. (Vedi una sua breve biografia nella Sezione 1.4).
  • Sig.ra Bianca Cevoli: napoletana, la mia mai dimenticata Maestra, dai capelli rossi, di 1a-2a elementare, alla Scuola "Dante Alighieri" in Piazza Carlo III a Napoli. Il caso volle che, qualche annetto dopo, la mia Maestra sia stata anche la Maestra di mia moglie Maria, in 2a-3a-4a, presso un'altra scuola elementare in un altro quartiere, dove si era fatta trasferire prima di essere collocata in pensione.
  • dr. prof. Domenico Ciavarella, foggiano, laureato in Giurisprudenza,Economia,Teologia, Docente di Scienza delle Finanze, di Diritto tributario e di Economia sociale delle Università degli studi di Bari e Roma, Presidente della  Commisione della mia tesi di laurea. Aveva conseguito il Dottorato a Bruxelles,dove io conseguii la Maitrise.Ebbi con lui una controversia durante la discussione della tesi di laurea,sedata dal prof.avv.Salvatore Farina,che era stato anche suo Maestro. 
  • Sig. Pietro Cicuta, biellese, impiegato Inail, vecchio collega d'ufficio (già alpino e combattente partigiano col nome "Taurus", poi nell'Arma dei Carabinieri e quindi nell'Inail). Fu un sagace Membro del Consiglio di amministrazione dell'Ospedale degli Infermi di Biella, e un validissimo e cordiale Collega di lavoro. Mi insegnò le "azioni di rivalsa".Giustamente ricordato dallo storico Marco Neiretti in "Rinascita del movimento cattolico politico-sociale biellese negli anni della Costituente", in "L'Impegno", a.XXVI, n.1, giugno 2006.
  • dr. prof. Luigi Cirillo, napoletano, mio vice Prefetto in Seminario, ai tempi del ginnasio. In seguito Docente di Storia del Cristianesimo all'Università "L'Orientale" di Napoli e autore di importanti studi scientifici.
  • dr. prof.. Ernesto Colicino, campano, il mio mai dimenticato Maestro di 3a-4a-5a elementare., Scuola elementare "Dante Alighieri", Piazza Carlo III° a Napoli. Laureato in Pedagogia. Combattente della 2a guerra mondiale. Preparò me e i miei compagni di scuola, che volevamo proseguire, per l'esame d'ammisione alla scuola media.
  • Mons. dr. prof. Luigi D'Aquino (1874-1959), napoletano, eminente fisico e matematico, Docente e Preside del Liceo arcivescovile in Seminario, docente nei Licei statali, e Ordinario di Fisica sperimentale e Fisica Superiore nell'Università degli studi di Napoli dal 1922 al 1950. Canonico del Capitolo della Cattedrale. Autore di numerose pubblicazioni. Viveva in Seminario, di cui fu Rettore dal 1940 al 1949.
  • Padre dr. prof. Carlo De Candia,napoletano di Procida,mio giovane vice Parroco,laureato con lode in Lettere classiche,Docente di Latino e Greco: mi fece capire l'importanza fondamentale dell'analisi logica nello studio della lingua latina e me la fece amare.In seconda media in Seminario fui rimandato in Latino. Durante l'estate mi preparò il mio vice Parroco, il quale utilizzava molto di più il libro dell'Analisi logica rispetto a quello della Grammatica latina.Ho qui tra le mani quel testo:"Nozioni di Analisi logica, italiana e latina" di Enrico Tittarelli,SEI,Torino,1953.Si trattava di un testo degli anni '30,scritto da un vero latinista.Da lì imparai veramente la lingua latina. Grazie ancora, Padre Carlo! Dai necrologi della Curia di Napoli leggo testualmente:"Muore improvvisamente in aula mentre fa lezione e riceve da mons.Carlo Ponticelli, Parroco della vicina Parrochia di S.Maria la Fede, l'unzione degli invfermi sul pavimento dell'aula dove stava insegnando"!Si tratta del più famoso ITIS di Napoli, l'Alessandro Volta, in cui era ordinario di Materie letterarie.Tutto ciò accadde il 4 maggio 1977, e Padre Carlo era nato nel 1924, quindi aveva solo 43 anni!
  • Mons. dr. prof. Romeo De Maio, napoletano, mio Docente di Storia e Geografia al Ginnasio. In seguito è stato Scriptor latinus della Biblioteca Apostolica Vaticana, Direttore della Scuola Vaticana di Biblioteconomia, e poi Docente di Storia Moderna all' Università degli studi di Napoli. Storico, autore di importanti ricerche e pubblicazioni di carattere storico e storiografico.
  • dr. prof. Antonio De Marino, salernitano, mio Docente di Latino e Greco al Liceo, insigne latinista, autore di diverse pubblicazioni,traduttore e curatore di classici latini e greci.
  • dr. prof. avv. Salvatore Farina (1900-90), reggino, laureato in Lettere classiche a Messina, in Filosofia e in Utroque jure, avvocato matrimonialista patrocinante davanti il Foro ecclesiastico.Fu docente di latino e greco, di storia e filosofia.Dopo la II guerra mondiale fu Libero docente di Filologia bizantina a Firenze, Responsabile del CESP per l 'Italia, mio relatore alla tesi di laurea. In seguito mi suggerì l'argomento sociologico per la tesi di dottorato. Fu sempre paternamente prodigo di proficui suggerimenti.
  • dr. prof. Ottavio Ferulano, napoletano, urologo, Docente di Clinica urologica, Colonnello medico con brevetto di pilota per jet. Presidente dell'Università popolare di Napoli e Fondatore della CNUPI. Gran Maestro Aggiunto del GOI, come risulta dal web.
  • geom. Anacleto Fizzotti, novarese, mio Direttore alla Sede Inail di Biella nel periodo 1967-1971 (in seguito diventerà Dirigente Generale). Mi diede fiducia affidandomi mansioni superiori alla mia qualifica e apprezzando la qualità e il rendimento delle mie prestazioni professionali. In seguito mi manifestò sempre il suo apprezzamento e la soddisfazione per il mio conseguimento della responsabilità di Capo Area Informatica a Novara. Era stato sergente-pilota dell'Aeronautica durante la II guerra mondiale e prigioniero di guerra  in Germania.
  • Mons. dr. prof. Francesco Galdi, napoletano di Casoria, mio Docente di Italiano, Latino e Greco alle medie e al Ginnasio, fu prima Parroco a Casoria, poi Presidente dell' ICSC (Istituto Centrale per il  Sostentamento del Clero).
  • Cav.Uff.Vittorio Giovannacci, Libraio-Editore biellese,originario di Pontremoli (dove fu sepolto nel 1981). Fraterno e carissimo amico dal 1967.Fu socio fondatore dell'Università popolare di Biella e il suo apporto fu determinante per la fondazione,perchè si oppose alla speciosa proposta di rinviarne sine die l'Assemblea costitutiva il 4 settembre 1976. In seguito stampò gratuitamente la "Guida ai corsi",utile strumento di divulgazione dei programmi,apprezzato in tutta Italia ed all'estero. Era membro di diritto della giuria del Premio Bancarella.
  • dr. prof. Ettore Gentile (1918-2008), napoletano,mio Docente di Italiano al Liceo.Autore di numerose pubblicazioni di letteratura,storia,educazione civica. Politicamente impegnato, fu Assessore all'Istruzione e all'Edilizia scolastica al Comune di Napoli.Medaglia d'oro dei Benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte il 2 giugno 1981.
  • Mons. dr. prof. Domenico Mallardo, napoletano, Canonico del Capitolo metropolitano di Napoli, Docente di Archeologia cristiana nella Facoltà Teologica, Presidente.Commissario e Relatore di tesi in Seminario. Autore di numerose ricerche e  pubblicazioni scientifiche.
  • dr. prof. Umberto Melotti, milanese, sociologo, Docente all'Accademia di Barera e all'Università di Pavia (Antropologia culturale e Sociologia), e a "La Sapienza" di Roma (Sociologia politica), Fondatore e Direttore del Centro Studi Terzo Mondo e dell' Istituto di Studi e Indagini Sociologiche. Seguii il suo Corso quadriennale di Formazione in sociologia, riconosciuto dal Ministero degli Esteri per gli Operatori dei Paesi in via di sviluppo. Mi gratificò della sua fiducia patrocinando per diversi anni i miei corsi di Sociologia  e Antropologia culturale all' Università popolare.
  • Padre dr. Egidio Miranda, napoletano, carmelitano, Priore del Carmine Maggiore di Napoli, Dottore in Utroque jure.
  • Mons. dr. prof. Giuseppe Morelli (vedi Sezione 9, dedicata al mio Maestro).
  • dr.ssa prof. Anna Olivieri, napoletana, docente di latino e greco al Ginnasio.
  • Sig. Riccardo Ottin Pecchio, biellese, vecchio collega di lavoro all'Inail. Aveva partecipato alla II guerra mondiale come sergente ed era stato internato in campo di  concentramento tedesco, da cui era uscito molto malconcio. Provetto Capo Reparto alle Officine di Netro. Fu assunto dall' Inail in qualità di mutilato del lavoro. Fu un eccellente Operatore elettrocontabile, ma soprattutto un Collega premuroso e cordiale, sempre pronto a spendersi per il prossimo.
  • Avv.Vittorio Pagliaro,napoletano,avvocato,mio Dirigente alla Sede Inail di Biella nel periodo 1971-73. In seguito Dirigente Superiore in Lombardia e in Liguria. Estimatore delle mie pubblicazioni nel campo della Sicurezza dell'ambiente di lavoro. A fine carriera fu Giudice di pace a Genova.
  • Ten.Col.Aldo Persiani, romano, Comandante CIV Btg. Carri ad Aurelia (Civitavecchia); poi al Centro Alti Studi Militari  (Roma): mio Comandante e luminosa figura di soldato. Aveva preso parte al secondo conflitto mondiale.
  • Padre Pasquale Piscopo, napoletano, dei Padri dell'Ordine della Missione detti a Napoli "verginisti", mio confessore in Seminario: raro esempio di fede virtù cristiana.
  • dr.ssa  prof. Graziella Pollono Calderia, biellese, Docente di Lettere e Preside di ruolo. Docente di Metodologia del Servizio sociale presso la Scuola Superiore per Assistenti sociali di Biella. Mi fornì diverse consulenze di Metodologia della ricerca sociale, utilizzate nell’elaborazione della tesi di dottorato.
  • Padre dr.prof.Alfonso Pompei, ofm, teologo, Preside della Facoltà teologica "Seraphicum" di Roma, e Preside dell'Istituto di Teologia "Ut unum sint" di Roma,da me frequentato per il conseguimento del Diploma di Magistero in Scienze religiose. Segretario generale della Pontifica Accademia dell'Immacolata e Presidente del Centro di studi bonaventuriani di Bagnoregio,
  • dr. prof. Diego Pozzi, piemontese, professore di Chimica e Scienze, Preside del Liceo classico di Biella e a Vercelli, primo Presidente dell'Università popolare di Biella nel 1976 e in seguito Presidente onorario. Sindaco e Amministratore pubblico. Rara figura di Maestro ed Educatore. Amico di famiglia, fraterno e carissimo, unitamente alla moglie, Sig.ra Marzia Barbera.
  • Padre dr.prof.Antonio Rogliani, napoletano, già Segretario del Cardinale Arcivescovo di Napoli, Alessio Ascalesi, validissimo mio Docente di Religione.
  • dr.prof. Alfredo Sabetti, napoletano, mio Docente di Storia e Filosofia, in seguito Docente di Storia della Filosofia nelle Università di Salerno e Napoli. Autore di numerose pubblicazioni filosofiche. Politicamente impegnato. Direttore del Dipartimento di Filosofia dell'Università degli studi di Salerno.
  • dr. prof. Fausto Salvoni, bresciano, biblista, già cattolico. Preside Facoltà Biblica Internazionale della Chiesa di Cristo (Milano), Direttore della Rivista di Scienze bibliche e religiose, autore di numerose pubblicazioni. Professor of Bible all' Abilene Christian University (Texas). Amico carissimo e validissimo Docente di Scienze bibliche di livello internazionale.
  • sen.dr.avv.Luigi Renato Sansone, napoletano di origini pugliesi (Lucera), uno dei padri del socialismo napoletano, attivo anche durante il fascismo, fraterno amico di mio padre Nicola (monarchico), che era amico anche dei suoi fratelli e del padre (Presidente del Tribunale di Napoli). Deputato all'Assemblea Costituente e, nella 1a e  2a Legislatura, Alto Commissario aggiunto all'Alimentazione nel 1° e 2° Governo De Gasperi e, infine, Senatore nella  3a Legislatura. Presidente dell' Inail, con Decreto del Presidente della Repubblica, nel  periodo 1965-67. Termina il mandato per decesso. Gli è stata giustamente dedicata una strada a Napoli.(Uno dei suoi fratelli, il dr.Attilio, Direttore di una Filiale del Banco di Napoli, fu padrino di battesimo di mia sorella Elisa nel febbraio 1925).
  • Padre prof. Fortunato Scalella, napoletano, Diplomato in Organo, Pianoforte e Composizione. Maestro di Cappella del Duomo di Napoli. Docente al Conservatorio "S.Pietro a Maiella" di Napoli. Fondatore di una Scuola privata per l'insegnamento del Pianoforte con metodo personale. Diresse il concerto vocale e strumentale  tenuto nel Duomo di Napoli nel dicembre 1955 in occasione del Giulileo sacerdotale del Cardinale Arcivescovo Marcello Mimmi (ordinato sacerdote il 23 dicembre 1905). Mi gratificò della sua amicizia e mi autografò il suo libro "Commiato?" con una particolare dedica (vedi Sezione 1.4).
  • prof.Alice Sestan Costantini, fiumana (1913-1997), traduttrice, germanista, brillante docente di lingua tedesca, Socia fondatrice dell'Università popolare di Biella il 4 settembre 1976 e Membro del Consiglio di amministrazione. Fu anche Socia fondatrice dell'Università popolare Subalpina nel 1997. Mi tradusse la documentazione tedesca per la mia tesi di laurea (vedi il paragrafo Thèse de Maitrise).
  • Padre prof. Lorenzo Sorrentino, napoletano nato in Francia, ingegnere, mio Docente madrelingua francese alle medie e al Ginnasio in Seminario.
  • Grande Uff. dr. Vincenzo Tacconi, originario di Spàlato, magistrato, Presidente Tribunale di Vercelli, Procuratore della Repubblica di Biella, in quiescenza come Procuratore Generale di Corte d'Appello. Primo Presidente onorario dell' Università popolare di Biella. Uomo e magistrato di estremo rigore e specchiata rettitudine, che mi ha onorato della sua stima e amicizia.
  • dr. prof. Tarcisio Tamburini, S.J., fiumano, Gesuita. Fu Rettore del Collegio "Cesare Arici" di Brescia (dove all'inizio del XX sec. studiò Giovan Battista Montini, poi Paolo VI); e insegnò anche all' "Istituto Leone XIII" di Milano (dove fu docente di Mario Monti). Fu anche Rettore del Seminario vescovile di Fiume. Nel 1972 la Città di Milano gli conferì come Benemerenza civica una Medaglia d'argento. Mio relatore alla tesi di Diploma di Assistente sociale presso la Scuola Superiore di Servizio Sociale dell' ANSI, a Milano, di cui era Direttore (vedi Sezione 3.3.Tesi Assistente sociale).
  • prof. Edmondo Tisanna, torinese (vedi Sezione 10, dedicata al mio più grande amico).
  • Mons. dr. prof. Umberto Tramma, napoletano, mio Prefetto d'ordine e insegnante di religione in Seminario negli anni '50. Dottore in Utroque jure. Docente di Diritto canonico, Vescovo di Nola e in seguito Segretario del Pontificio Consiglio per i Testi legislativi.
  • Cav.Sergio Valenzano  (1913-1976), napoletano, maresciallo in pensione (appartenne al 53° Rgt. Fanteria di stanza a Biella). Maestro di Tiro e di Scherma. Comandante della Sezione delle Guardie giurate di Valle Mosso. Fu affettuoso padrino di battesimo di mio figlio Luigi fino al 24 aprile 1976, giorno della sua morte.
  • Grande Uff. dr. prof. Carlo Verri (Fratel Giovannino dei Fratelli  delle Scuole Cristiane), piemontese, già Assistente di Pedagogia sociale all'Università Cattolica di Milano, Fondatore e Direttore della Scuola Superiore per Assistenti Sociali dell'ANSI di Biella (primo corso parauniversitario istituito a Biella, nel 1971). Mi conferì l'incarico di insegnamento nella sua Scuola.
 
La maggior parte non sono più, ma vivono nei miei ricordi e, alcuni, nel mio cuore. Di queste persone si sarebbero potuti scrivere tanti episodi, tanti ricordi, come di tanti altri ancora che potrebbero essere citati, ma ci vorrebbe un intero volume per citarli e per dire di ognuno tanti particolari che sono memorizzati nei miei ricordi. Basti dire che, nel bene e nel meno bene, queste persone hanno contrassegnato e scandito la mia vita. Ci sono, poi, anche tante altre persone che hanno attraversato la mia esistenza, in maniera indegna ed ignobile, ma qui preferisco ignorarne perfino l'identità: su di loro viene steso un velo pietoso, tanto verrà anche per loro il giorno della resa dei conti, il redde rationem, in cui il velo sarà sollevato e loro dovranno rendere conto delle ipocrisie,degli intrallazzi,dei voltafaccia e delle malefatte che hanno contrassegnato il loro operato.
 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Ottobre 2017 18:02
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!