Newsflash

 

Il presente sito è in linea dal mese di aprile 2005.
Nel mese di marzo 2010 si è provveduto all'aggiornamento.
Nel menù di sinistra sono presenti tutte le sezioni accessibili ai visitatori.
 
Si augura a tutti gli utenti una buona navigazione.

 

Cerca nel sito

Sondaggi

Cosa manca nel sito?
 
Ing. Luigi Zamprotta
Stampa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 26 Maggio 2010 21:27

 

Ing.Luigi Zamprotta; Luigi Zamprotta, Computer Science Engineer; Luigi Zamprotta, Ingénieur en Informatique Appliquée, Ingénieur Universitaire Master.     

 

 

Ho chiesto a mio figlio Luigi, ideatore e curatore di questo sito web, di crearmi due nuove sezioni intitolate, rispettivamente, a lui e al fratello Lorenzo, in modo che io possa riempirle con i loro dati biografici più rilevanti, culturali e professionali.

 

Quindi si tratta di una mia personale iniziativa, perchè mai nessuna richiesta mi è stata da loro avanzata in tal senso.

 

Pertanto, trasferirò in queste due nuove sezioni il materiale da me inserito nel corso degli anni nella mia biografia personale/familiare, in modo da offrire le loro biografie personali autonome, contenenti i dati e le foto che nel tempo sono riuscito a raccogliere su di loro, partendo però dall'età adulta, cioè da quando hanno iniziato in maniera più autonoma ad avere contatti col mondo esterno, salvo alcune eccezioni di significativi momenti precedenti.

 

Ovviamente mi atterrò, come mio costume, ai fatti reali senza mistificazioni. Questa precisazione è doverosa perchè consultando il web ho trovato biografie allucinanti relative a personaggi noti o da me conosciuti, in cui ho ravvisato "rigonfiamenti" che suscitano soltanto ilarità e inducono a compatire gli interessati e i loro biografi.

 

1979: Quell'anno Luigi frequentava la 5a elementare e partecipò ad una esposizione-concorso di disegni bandita dal Rione Riva di Biella. Mesi dopo,quando già frequentava al 1a media gli fu comunicato che il suo disegno era stato premiato come uno dei migliori. Il Direttore di "Eco di Biella", Dr.Carlo Caselli, mi chiese una foto che pubblicò con una bella didascalia ("10 in disegno!") sul giornale. La foto, scattata dal celebre fotografo Lino Cremon, lo ritraeva in compagnia del fratello Lorenzo.  

 

Luigi-LorenzoLun22101979

da "Eco di Biella", lunedì 22 ottobre 1979, p.5 - Foto Lino Cremon

 

1982: in questo anno scolastico Luigi partecipò al Concorso Philips per i Giovani Ricercatori Europei, organizzato col Patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione e del Consiglio Nazionale delle Ricerche, con un suo originale lavoro "Possibili innovazioni tecnologiche nella propulsione e idrodinamica navale militare", lavoro di 10 pagine corredate da 6 disegni. In febbraio riceve una lettera di ringraziamento per la partecipazione, l' Attestato di partecipazione con la Medaglia marconiana e il volume "La matematica di Leonardo da Vinci".

 

1982: sabato 6 febbraio Luigi, in compagnia del padre Italo, partecipò a Roma alla riunione preparatoria per la costituzione di una Confederazione nazionale delle Università popolari italiane, che in seguito sarà chiamata CNUPI, presso la Fondazione Dragan, ospiti dell’Università Popolare romana (fondata nel 1901). Le fotografie di quella storica riunione postate sul web furono scattate da lui, unico minorenne presente.

 

1983: nel 1983, quando frequentava la 3a media partecipò al Concorso bandito dalla LNI-Lega Navale Italiana tra gli studenti delle scuole medie e vinse il secondo premio con un elaborato intitolato ""Evoluzione della tecnologia navale: dalla nave a vela alla nave nucleare".

Ecco la lettera inviata dalla Presidenza nazionale della LNI, inviata anche al Preside della Scuola:

PremioLNI 1983

 

1984: in quell'anno Luigi grequentava il primo anno dell' ITIS "Quintino Sella" di Biella e partecipò ancora al Concorso bandito dalla LNI, questa volta per gli studenti delle scuole secondarie superiori. Vinse ancora il secondo Premio con un elaborato intitolato: "Trionfi e morte di grandi transatlantici". Riporto di seguito la lettera ricevuta dalla Presidenza LNI, indirizzato anche al Preside dell'ITIS:

 

PremioLNI1984 

Questi avvenimenti furono riportati anche dalla stampa locale. Di seguito alcuni articoli di giornale: 

 

ZamprottaLuigiLNI26mag1983

 da "Eco di Biella", giovedì 26 maggio 1983, p.13

 

Il titolo dell'articolo potrà sembrare esagerato, ma non lo è. Infatti, a quell'epoca le cose stavano proprio così, visto che Luigi conosceva l'Almanacco navale, era abbonato alla Rivista Marittima, e si aggiornava su libri sulle navi da guerra passate e presenti. In più di una "uscita in mare", che avemmo occasione di fare grazie all'appartenenza alla LNI e all'amicizia con l'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (che organizzavano queste "uscite, a La Spezia e a Savona) potemmo toccare con mano che Luigi aveva delle conoscenze ignote anche a diversi giovani ufficiali di complemento della Marina Militare.

 

Premionavale

da "Eco di Biella", giovedì 28 giugno 1984, p.2 (pubblicato anche su "il Biellese" di venerdì 29 giugno)

 

 Luigi a La Spezia-cacciat Ardito 1984

essendo soci della LNI - Lega Navale Italiana, a luglio 1984 partecipammo ad un'uscita in mare dalla base militare di La Spezia

sul cacciatorpedienere lanciamissili "Audace". Al termine fotografai Luigi, appassionato di marina militare, davanti alla nave gemella "Ardito

 

1984: in quell'anno, nel mese di settembre, un dipinto di Luigi fu ammesso alla Mostra di Arte sacra organizzata dal Santuario di Oropa. Ricordo che andammo a trovare l'allora Rettore, il Can.Prof.Giovanni Saino (docente di Latino e Greco al Liceo Classico!), che ci ricevette amabilmente. In quella occasione incontrammo un latro espositore, il pittore Francesco Monteleone, col quale Luigi è ritratto nella foto sottostante:

ZamprottaLuigi-MonteleoneFrancesco1984

 Il dipinto di Luigi è il primo in basso a sinistra e rappresenta la vecchia Basilica di Oropa con la piazza antistante

 

Della Mostra parlarono diffusamente e a lungo i giornali locali, di cui riporto la recensione critica del dott.Franco Mondello, critico d'arte de "il Biellese":

 

ZamprottaLuigiMostra1983

 

da "il Biellese", martedì 26 luglio 1983

 

1989: nel 1987 Luigi passò al Liceo Artistico e a luglio conseguì il Diploma di Maturità artistica presso il Liceo artistico "Lorenzo Delleani" di Biella. All'esame presentò anche una tesina interdisciplinare (italiano - storia dell'arte - architettura) intitolata:"Le isolate intuizioni futuriste di Antonio Sant'Elia nel contesto culturale del primo Novecento". Nei due anni di Liceo artistico partecipò, con esito positivo, al concorso per l'attribuzione di borse di studio, bandito dall'Inail per i figli dei dipendenti. In febbraio ebbe in regalo la sua prima autovettura, una Fiat Ritmo 105, acquistata di seconda mano grazie ad un'occasione. In settembre si iscrisse al Corso di Tecnico di Processo presso l' Istituto IAL-CISL di Novara che frequenterà fino alla fine di giugno 1990, quando discusse la tesi finale di Diploma, dopo uno stage aziendale di un mese presso la ROJ ELECTROTEX, azienda biellese di automazione industriale, intitolata "Influenza del CAD/CAM nell'organizzazione del lavoro", conseguendo un più che apprezzabile risultato finale (87/1000).

(La tesina interdisciplinare è consultabile presso la Biblioteca e Centro di Documentazione della Camera del lavoro di Biella), mentre un capitolo della tesi di Diploma fu pubblicato nel volume "Introduzione culturale allo studio delle nuove tecnologie", da me curato nel 1992. Riporto di seguito le copertine dei tre lavori menzionati sopra:

 

 

 

Per il buon risultato conseguito alla tesi di diploma, gli regalammo una videocamera Grundig.

 

Grazie a questo diploma professionale tecnico-scientifico, che equivaleva ad 1 anno accademico, fu immatricolato al 2° anno del corso di laurea in Scienze applicate-Informatica presso l'Institut d'Etudes Supérieures L'Avenir di Bruxelles, presieduto dal prof.Francis Dessart, che sarà poi il suo relatore di tesi il 23 ottobre 1993.

 

1991: il 27 agosto Luigi partì per il servizio di leva militare. Raggiunse Diano Castello, dove lo attendeva il periodo di addestramento delle reclute, ma il corso delle cose doveva essere ben altro. Infatti, come sapemmo due giorni dopo, dopo diverse ore di treno, stanco del viaggio, arrivò in caserma e fu subito messo in riga sotto il sole d'agosto per un bel pezzo. Il risultato fu un'insolazione. Luigi perse i sensi e fu ricoverato all'Ospedale civile di Imperia. Lì, al Pronto soccorso, i medici non credevano ai propri occhi quando gli misurarono la pressione arteriosa: 220 la massima e 120 la minima! Fu ricoverato per diversi giorni. Nessuno della caserma si fece vivo. Telefonai al comandante, Ten.Col.Cazzato (nomen omen?), che minimizzò. In seguito, accompagnato da mio nipote Sandro, medico-oculista dell'ASL di Biella, mi recai in quella caserma, dove vigeva una particolare liturgia all'ingresso, che ricordava più i film americani dei marines che la nostra tradizione militare. MEGLIO SORVOLARE. Luigi fu anche ricoverato all'Ospedale militare di Genova, dove andammo a trovarlo tutti di famiglia, accompagnati sempre da Sandro e dalla sua consorte Annamaria. Lo trovammo imbottito di tranquillanti. Non mi sembrava vero! Da Diano Castello, al termine del periodo di addestramento, raggiunse Torino, Brigata Trasmissioni "Cremona", dove fu assegnato ad un ufficio, dopo un breve periodo di controllo all'Ospedale militare di Torino. In ufficio dimostrò le sue capacità aggiustando numerose stampanti e PC utilizzati in maniera anomala. Prima che terminasse il servizio  militare gli comunicarono che intendevano allungargli il periodo di leva aggiungendogli i giorni trascorsi in Ospedale militare (per colpa loro!). Invece il regolamento prescriveva che, presentando apposita domanda, si potesse terminare il periodo di leva nei tempi previsti. Non fu possibile ottenere ciò in maniera normale. Pertanto, fui costretto a rivolgermi, con una lettera, al Comandante della Regione Militare Nord-Ovest, Gen. di C.d'A. Bonifazio Incisa di Camerana. Questi intervenne velocemente. Era stato invitato proprio in quei giorni in quella caserma di Torino, dove era stato anni prima comandante di Brigata, alla festa delle Trasmissioni (il 20 giugno). Dopo le cerimonia chiese ai diversi comandanti di seguirlo in un locale; e tutti pensarono ad eventuali elogi per l'organizzazione. Appena dentro,si scatenò il finimondo. Un militare di guardia nei pressi ebbe a dire che gli sembrò che se ne stesse cadendo il soffitto! Il Gen. Camerana si mise a gridare come un ossesso rimproverando generali e colonnelli per la gestione superficiale della domanda presentata dal Trasmettitore Luigi Zamprotta e ordinando che si desse subito seguito alla domanda. Mi spiacque per questo epilogo poco simpatico, ma ci avevano costretto. Telefonai a un Tenente Colonnello (che avevo conosciuto durante una precedente visita fatta insieme con mia moglie Maria) per chiarire fatti e circostanze. Così Luigi potè ritornare a casa il 27 agosto 1992. Debbo precisare che poco tempo dopo il Generale Bonifazio Incisa di Camerana fu nominato Capo di stato maggiore dell'Esercito. Va rilevato che durante la permanenza a Torino Luigi sovente visitò lo zio Donato Zamprotta, rimasto vedovo nel novembre 1991. Per quel periodo mi corre l'obbligo di ricordare il Genarale di Divisione Pietro Musicò di Torino, che fu di aiuto a Luigi, anche attraverso il figlio, allora Capitano della Brigata.

 

1992: il 20/21 novembre fu da me organizzato a Biella il Convegno europeo “L’azione socioculturale delle istituzioni di educazione permanente degli adulti nella società europea attuale: esperienze e prospettive”, con la partecipazione del Dr. Wilhelm Bax, Direttore dell’ EBAE (European Bureau of Adult Education). Il Convegno è veramente europeo, giacchè sono presenti ben cinque relatori stranieri, tutti Rappresentanti di importanti istituzioni educative nei loro Paesi, personalmente da me contattati: una francese (Nicole Meyer, Directeur du Centre de Formation Permanente de l' Université Paris VIII - Saint-Denis, France), una inglese (Judith Summers, Chair of NIACE, Executive and Director of Learning Support at Macclesfield College Leicester, England), due tedeschi (Laura Gloyer, Docente nella Volkshochschule e all' Università di Regensburg, Germania; e Wolfgang Leumer, Deputy Director Department of International Cooperation e Rappresentante dell'Associazione tedesca per l'Educazione degli adulti), un olandese, il predetto Wilhelm Bax. I loro interventi furono tradotti in lingua italiana e offerti nella cartella consegnata a ciascun invitato al Convegno. Gli atti del Convegno furono pubblicati sul numero di dicembre della rivista “Panorama Biellese”, diretta da Italo Zamprotta, che curò personalmente tutti i dettagli della pubblicazione che proprio quel mese uscì col suo ultimo numero. In quell'occasione Luigi funse da operatore cinematografico del Convegno, come notasi dalla seguente fotografia pubblicata nel numero speciale di Panorama Biellese del dicembre 1992:

 

 

 

 
1993: sabato 23 ottobre Luigi discusse la tesi di Maîtrise en Sciences appliquées-Informatique ("La qualité comme philosophie de la production. Interaction avec l'ergonomie et perspectives futures"), presso l' Institut d'Etudes Supérieures - Bruxelles, relatore fu il prof.dr.Francis Dessart,
 
 
francis-dessart.gif
Prof. Dr.Francis Dessart, PhD,DD
 
Rettore dell'Istituto, ricevendo il plauso della Commissione con la valutazione "La Plus Grande Distinction" (equivalente a 110/110 e lode). Questa tesi, inviata in duplice copia alla The International University Foundation (Independence, MO, USA, http://www.tiuonline.com/), fu recensita e pubblicata dalla TIU Press (la Casa editrice di quella Università) con ISBN 0-89698-452-9, e da questa presentata alla United States Library of Congress di Washington che la catalogò col N. 94-60267:
 
laureabelgaLuigi
Diploma conferito nel 1993 dall'Institut d'Etudes Supérieures L'Avenir di Bruxelles (riconosciuto dall'Università statale francese Paris XII-Vale de Marne) 
 
 
TIUPRESS
Comunicazione del 29 giugno 1994 della recensione e della catalogazione.
 
In quegli anni questa Università statunitense aveva importanti scambi culturali con l'Europa, l'Africa e i Paesi dell'Estremo Oriente (ad esempio, nel 1988 mise a disposizione circa 500 assegni di studio per laureandi e laureati per borse di studio e stages (vedi la Repubblica, 29 gennaio 1988, p.22).
La tesi è citata anche nella Bibliografia della voce Ergonomia e nella Bibliografia della voce Qualità totale di Wikipedia, ma anche nella voce Ergonomia di Wikipedia spagnola, nella voce Ergonomie Deutsch (Literatur) di Wikipedia tedesca, e nelle voci Toyota Production System e Human Factors and Ergonomics di Wikipedia angloamericano
 
Dopo il titolo accademico belga, Luigi conseguì in Francia l'ammissione al DESS-ISI (Diplôme d’Etudes Supérieures Spécialisées-Ingènierie des Systêmes Informatiques), cioè il 5°anno di Ingegneria informatica, e l'anno seguente la Maîtrise IUP MIAGE, entrambi i titoli presso l'Université Paris XII-Vale de Marne di Créteil. Questo titolo in Italia fu riconosciuto come Laurea magistrale in Scienze dell'Informazione con DPCM-Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri; infine come laurea in Scienze e Tecnologie informatiche anche dall'Università degli studi di Napoli Federico II.
 
DiplomeMaitriseMIAGE
 
(La tesi di laurea è consultabile presso la Biblioteca e Centro di Documentazione della Camera del lavoro di Biella e presso la Biblioteca Civica Centrale di Torino).
 
Questa tesi, infine, è stata referenziata nella Bibliografia del programma della disciplina di Ergonomia-Diseño de puestos de Trabajo della Facultad de Ingenieria industrial de la Escuela Colombiana de Ingenieria "Julio Garavito" di Bogotà in Colombia. La bibliografia consa di 9 titoli, di cui 8 in lingua spagnola. L'unico titolo, estraneo alla lingua spagnola, è quello della tesi di Luigi Zamprotta (in italiano e francese). Nel gennaio 2016 è apparsa anche nella Bibliografia del seguente articolo scientifico: "Influencia de la actitud postural en la ergonomia ambiental durante la realizaciòn de las actividades fisicas del hombre", pubblicato la prima volta nel 2014 su EFDeportes.com, Revista digital, Buenos Aires, Año 19, N°195, Agosto de 2014; e una seconda volta da Podium, Revista electronica de Ciencia y Tecnologia en la Cultura Fisica, gennaio-aprile 2016, vol,11(1), con riassunto in inglese. Gli autori sono ricercatori dell'Universidad de Pinar del Rio (Cuba), Facultad de Cultura Fisica.
 
Nella Sezione Sicurezza sul lavoro - Ergonomia di questo sito sono riportati il Condensé francese e il Summary inglese della tesi, corredati dall'indice dei paragrafi e dalla bibliografia.
 
(Qui di seguito riporto la Bibliografia citata sul web sub voce "Laboratorio de Ergonomia y condiciones de trabajo", come sopra citato).

 

ergonomia

 

articoloCuba 

 

Un profilo biografico e professionale di Luigi Zamprotta è delineato sul web nel sito francese offerto a tutti gli ex allievi di scuole e università francesi, Copains d'avant,  Questo sito riporta anche L'arbre des Zamprotta, cioè l'albero genealogico della Famiglia Zambrotta-Zamprotta dal 1228 ad oggi, comprensivo di fotografie. Albero elaborato dopo le ricerche storico-genealogiche di Italo Zamprotta. Per la consultazione la voce da richiamare è Luigi Zamprotta, Université Paris 12. 
 
Créteil, 30 marzo 2006 - Luigi col prof.Philippe Adair, Direttore ISIAG IUP MIAGE
giorno consegna Maitrise all'Université Paris XII - Val de Marne (1 anno dopo il conseguimento)

 Foto di Lyudmyla Hadz - Copyright © Italo Zamprotta 2009 - All rights reserved

 

UniParisXII

Una visione in primo piano della Facoltà di Scienze economiche e gestionali dell'Université Paris XII-Val de Marne(ora UPEC),in cui opera l'ESIAG(ex ISIAG)
 
 
1993: il 26 novembre Luigi sostenne a Torino gli esami scritti orali e pratici per conseguire la Patente ordinaria di Radioamatore, presso la Direzione Regionale delle Telecomunicazioni, contestualmente ottenne anche la Licenza N. 5670/TO di Operatore di Stazione di Radioamatore, rilasciata dall' Ispettorato regionale delle Poste e Telecomunicazioni del medesimo Ministero. Il successivo 24 febbraio 1995 sarà ammesso nell' ARI - Associazione Radiamatori Italiani (Ente Morale con DPR 10/01/1950, N. 368), col nominativo IK1YBO. Giova ricordare che il grande Guglielmo Marconi fu il primo Presidente dell' ARI.
 
1993: soltanto dopo la laurea, Luigi accettò l'incarico di insegnamento dell'Informatica all'Università popolare di Biella. Fu nominato anche Responsabile del Laboratorio di Tecnologie informatiche e multimediali (1993-1999) che assemblò da solo. Nel frattempo fu acquisita la collaborazione dell' Ing.carlo Mosca di di Santhià, titolare della CSA e progettista di Voice Tutor, Self multimedia System, Media Mixer e di un Tutorial di Formazione a distanza e continua. Utilizzammo la sua professionalità per impiantare il Laboratorio nel 1995.
 
Iniziò allora anche una feconda produzione di dispense ad uso dei corsi di Informatica e di Tecnologie multimediali da parte di alcuni docenti. segnalo di seguito quelle di Luigi che erano iniziate già prima e continuarono anche dopo quell'esperienza:
 
ZamprottaLuigiOpere
ZamprottaLuigiOpere2 
 
 
1996: grazie ad una segnalazione ricevuta del pr.prof.Francis Dessart, Luigi contattò la SNIPF-Société Nationale des Ingénieurs Professionnels de France di Parigi ed ebbe così l'opportunità di presentare domanda di ammissione a questo Organismo professionale francese. A seguito della presentazione di un nutrito dossier (accademico, professionale, didattico, pubblicistico),di un "Descriptif des fonctions" e di un "Entretien", Luigi fu ammesso,il 14 dicembre in qualità di "Ingénieur en Informatique appliquée", ai sensi delle leggi francesi del 1901 e del 1936 e della classificazione del BIT - Bureau International du Travail di Ginevra N° 2131, e secondo l'allora Norma europea NF EN 45013 (in seguito 17024). La sua Licence Professionnelle, contrassegnata dal N° 23631, è titolo professionale, riconosciuto dal CNISF-Conseil National des Ingénieurs et Scientifiques de France (analogo al nostro Consiglio Nazionale degli Ingegneri), equiparato in Francia, dal punto di vista accademico, al Diploma accademico quinquennale di Ingegnere e consente l'esercizio della professione di ingegnere in ben 195 Paesi, sia nel pubblico sia nel privato. In seguito Luigi ha ottenuto dal Comitato nazionale del CNISF anche l'ammissione al Répertoire français des Ingénieurs in qualità di IUM-Ingénieur Universitaire Master (N° 976419). Trattasi di una qualifica introdotta dal cambiamento delle disposizioni regolamentari sul riconoscimento della professione di ingegnere in Francia, grazie alla quale viene riconosciuto il livello universitario degli studi tecnici e scientifici, pari a 300 ECTS - European Credit Transfer and Accumulation System, cioè 300 CFU - Crediti Formativi Universitari, necessari per una laurea magistrale.
Dal 2011 il CNISF ha assunto la denominazione di IESF - Ingénieurs et Scientifiques de France. Per il profilo professionale completo di Luigi si può consultare il sito web di Copainsdavant e quello di linkedin: http://it.linkedin.com/pub/luigi-zamprotta/43/601/216):
 
 ZamprottaLuigiAnnuaireSNIPF
Questa è la registrazione dell'iscrizione riportata sul sito ufficiale della SNIPF 
 
1996: nel mese di febbraio Luigi vinse una selezione pubblica per 1 posto presso la Biblioteca civica di Biella. Si trattava dei famosi LSU, Lavori Socialmente Utili, ad orario e stipendio ridotto, senza contributi previdenziali. Per 1 anno fu impiegato per la catalogazione informatizzata del patrimonio librario. Esperienza professionalmente utile, che delinea la lungimiranza dello stato italiano nei confronti dei giovani!!!
 
1996: il 12 agosto, approfittando del periodo feriale, sostenne l'esame finale per conseguire il PostGraduate Diploma in Business Administration - Major Information Technology, con la The Society of Business Practitioners, Manchester (Regno Unito). In precedenza aveva sostenuto ben 11 esami scritti. Di seguito il Diploma conseguito.
 
PGDiploma
 
Questo Diploma nel Regno Unito ha una doppia valenza, professionale e accademica, come dichiarato dall'UK NARIC, l'Ente britannico preposto al riconoscimento, alle equivalenze e alle equipollenze accademiche e professionali (vedi dichiarazione seguente):
 UK NARIC
 
1997: come già precisato sopra, già dal 1993 Luigi insegnava Informatica e Tecnologie multimediali all’Università Popolare. Nel novembre 1997, l’amico Prof. Flavio Chiastellaro, Preside pro tempore dell’ Istituto Professionale di stato per i Servizi Alberghieri e di Ristorazione – IPSSAR – di Trivero, lo chiamò ad insegnare Informatica gestionale nelle classi IV di quell’ Istituto, dove Luigi organizzò anche il Corso avanzato di Tecnologie didattiche per Preside, Insegnanti e Personale ATA dell’ Istituto, autorizzato dal Ministero della P.I., utilizzando una dispensa compilata all’occorrenza: Lezioni di Tecnologie multimediali per la Didattica. Questa dispensa è recensita nella Bibliografia della voce Multimedialità dell'enciclopedia Wikipedia.
 
Teacher'sCertificate
 La The Society of British Practitioners conferì questo Certificato col quale attestava
che il titolare era certificato per insegnare Information Technology nelle Scuole secondarie
 
1998: anche l' UFI-Université Francophone Internationale di Bruxelles, di cui era vice Rettore il prof.Francis Dessart, rilasciò il Certificato di Attitudine Pedagogica all'insegnamento di Information Technology, come da certificato che segue:
 
 AttestationUFI1998
 
 
1998: il 17 luglio Luigi ottenne dalla SNIPF-Société Nationale des In génieurs Professionnels de France il Certificat de Compétence d'Ingénieur Professionnel de France, ai sensi della nuova normativa francese, certificato dal COFRAC - Comité Français de Certification, secondo la Norme internationale ISO/CEI 17024)  
Questi sono i membri della Commissione nazionale di Ceritificazione della SNIPF a Tolosa(Francia)
 
1998: il 12 agosto Luigi riceve in omaggio 20 estratti e copia del volume "Stiinta, Tehnica si arta Conservarii si Restaurarii Patrimoniului cultural", che riporta a p.317-20,il suo suo articolo scientifico, in lingua francese, "Java et Network computing impliqués dans l'étude du patrimoine culturel". Trattasi degli "Atti" del II° Symposium International "Science, Technique et Art de la Conservation et Restauration du Patrimoine culturel",al quale Luigi era stato invitato in qualità di docente dell'Università popolare Subalpina.Atti poi pubblicati in volume negli Annales Scientifiques dell'Università "Al. I. Cuza" di Iasi, Romania. Per questa pubblicazione va ringraziato il prof.dr.Ion Sandu, Direttore del Consiglio scientifico della Facoltà di Teologia ortodossa Centro Metropolitano di Ricerche T.A.B.O.R. dell’Università statale “Al. I.Cuza” di Iasi, Romania, che aveva ritenuto di invitare mesi prima Luigi a fornire il suo contributo scientifico al Symposium. Su questo insigne studioso romeno si può consultare il suo sito http://www.afir.org.ro/ionsandu/.
 
sandu
prof.dr.Ion Sandu
 
Copertine degli Atti del Symposium internazionale romeno (Biblioteca Italo Zamprotta)
Il Sommario delle comunicazioni scientifiche presentate al Symposium. Nella pagina centrale è riportato il titolo della comunicazione.
 
 
1998: l’incarico di docenza di Informatica a Luigi fu riconfermato dal Preside  anche per l’anno scolastico 1998-99, ma non potè essere accettato, avendo egli vinto il 10 luglio il Concorso pubblicoArea informatica, bandito dal Comune di Biella. (Non voleva parteciparvi, ma si classificò al primo posto!). Prese servizio il 28 settembre.
 
2000: in ottobre, Luigi ricevette dalla Città di Biella - Protezione civile l'Attestato di Partecipazione "agli interventi di soccorso alle popolazioni alluvionate del Piemonte e Valle d'Aosta", a cui aveva partecipato in qualità di Radioamatore dell'ARI (Associazione Radioamatori Italiani).
 
2001: con Decreto del 10 maggio del Ministro dell' Interno, Enzo Bianco, a Luigi fu conferito il Diploma di Benemerenza con Medaglia commemorativa in bronzo (come recita la Premessa del Decreto) della Presidenza del Consiglio dei Ministri per le emergenze del periodo settembre-dicembre 2000, quando svolse attività di volontariato di protezione civile come radioamatore sul territorio biellese per le operazioni di soccorso nei giorni dell'alluvione. L'anno precedente il Comune di Biella aveva già provveduto a conferire un apposito Attestato di partecipazione e ringraziamento.
 
AttestatoProtezionecivile
 Attestato conferito congiuntamente dalla Protezione Civile e dal Comune di Biella
 
Zamprotta Luigi - Diploma Benemerenza con Medaglia
 
Diploma di Benemerenza conferito dal Ministro dell'Interno, come da Decreto del 10 maggio 2001,
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale N.117 del 22 maggio 2001 
 
Fronte-retro Medaglia commemorativa in bronzo della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Nastrino
 
2001: grazie alla normativa sulla mobilità del personale del pubblico impiego, Luigi il 1° marzo transitò dal Comune di Biella al Ministero dei Trasporti, Ufficio provinciale della Motorizzazione civile di Biella, dove il Direttore, dr.ing.Fausto Fedele, gli affidò la responsabilità dell’Area di Informatica e Meccanizzazione della Sede, sempre riconfermata, anno per anno, con Ordini di servizio.
 
2003: in data 11 dicembre Luigi fu ammesso come Professional Engineer (P.Eng) nella SPE - The Society of Professional Engineers di Londra, fondata nel 1854, con la qualifica di Computer Science Engineer (cioè Ingegnere informatico). La sua ammissione fu patrocinata dalla SNIPF - Société Nationale des Ingénieurs Professionnels de France, di cui era già Membro dal 1996. Nel 2010 è stato ammesso nel IESF - CNISF-Conseil National des Ingénieurs de France in qualità di IUM - Ingénieur Universitaire Master. Dal 1995 è membro dell' ARI - Associazione Radioamatori Italiani. Dal 1998 è membro dell' ANIPA - Associazione Nazionale Informatici Pubblici e Aziendali (riconosciuta per legge), in qualità di Funzionario informatico P.A. Anche l' ALSI-Associazione Laureati in Scienze dell'Informazione lo ha accolto come Socio ordinario col N.13212560. Dal 2015 è Membro della Société Royale Philantropique des Médaillés et Décorés de Belgique, Provinciale de Namur.
 
Ecco qui di seguito gli emblemi degli Organismi professionali e onorifici di appartenenza:
 
ARIanipaalsiSRPDMBNamur
 
Da sinistra: ARI - ANIPA - SNIPF - SPE - IESF - ALSI - SRPMDB
 
Qui di seguito i certificati di ingegnere francese, inglese, italiano e il Certificat d'inscription rilasciato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri francesi:
 
Certificat1996
Certificat d'inscription IESF-CNISF
 
 
CertificateSPE
 
 
CCIP2016
 
 
Abilitazione
 
 Il primo è il Certificato di Qualifica di Ingegnere in Informatica, rilasciato il 14 dicembre 1996 dalla SNIPF-
Société Nationale des Ingénieurs Professionnels de France
Il secondo è il Certificato di ammmisione al CNISF-Consiglio Nazionale degli Ingegneri francese dall'anno 2010
Il terzo è il Certificato di Computer Science Engineer, rilasciato nel 2003 dalla SPE-Society of Professionals Engineers
Il quarto è il Certificat de Compétence, rilasciato nel 1998 e rinnovato ogni tre anni, secondo la Norma internazionale 17024 (Certificazione della professionalità), rilasciato dalla SNIPF e convalidato dal COFRAC-Comitato Francese di Accreditamento.
L'ultimo, qui sopra, è il Certificato di abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere rilasciato dell'Università degli studi di Napoli Federico II
 
2004: a giugno Luigi presentò domanda all'Université Paris XII - Val de Marne (Créteil - France) di partecipazione al concorso per l'ammissione al DESS - ISI (Diplôme d'Etudes Supérieures Spécialisées - Ingénierie des Systèmes Informatiques). Dopo l'esame del dossier, fu ammesso a colloquio il 22 giugno 2004. Superò l'esame  e fu selezionato per uno dei 24 posti messi a concorso. (Si tratta di un diploma di specializzazione post-lauream, del terzo ciclo universitario):
 
AttestationISIAGIUPMIAGE
 
2005: il 14 febbraio, solennità di S.Valentino, Luigi si sposò presso il Municipio di Biella con l'ucraìna (di origine austriaca da parte paterna) Lyudmyla Hadz, conosciuta l'anno precedente Monaco di Baviera (dove lei si trovava per motivi di studio). Il successivo 4 agosto partimmo in macchina per l' Ucraina. Eravamo in quattro: Luigi, la moglie Lyudmyla, un amico di Luigi, Edoardo, ed io. Il successivo sabato 13 agosto fu celebrato il matrimonio, con rito religioso ortodosso, nella Chiesa di San Nikolaj a Buchach, regione di Térnopil (Ucraìna). L'amico Edoardo funse da testimone per lo sposo. Alloggiammo in albergo a Ternopil (capitale della Regione) dal 5 al 15 agosto. Rientriammo in Italia il 16 agosto dopo circa 24 ore di viaggio (con sosta a Budapest, dove avevamo pernottato anche all'andata) con l'autovettura di Luigi, unaToyota Corolla. (Debbo purtroppo ricordare che il 5 agosto, appena sistematomi nell'albergo di Ternopil, mi arrivò tramite cellulare la notizia dell'ictus che il 3 agosto aveva colpito mio fratello Donato a Torino).
 
ilcur4.jpg
 
Buchach, sabato 13 agosto 2005.Luigi e Lyudmyla sposi, davanti alla Parrocchia di San Nikolaj (Archivio Italo Zamprotta)
 
 
2006: a fine marzo Luigi andò a Créteil, nella regione parigina, per ritirare la pergamena della sua Maitrise d'Informatique (conseguita il 29 marzo 2005) presso l' Université Paris XII-Val de Marne. Condusse con sé la moglie Lyudmyla, la quale così ebbe modo di rivisitare l'Università statale, la città, poi Versailles e Parigi, e pranzare sotto la Tour Eiffel, come l'anno precedente.
 
2009:  il 4 dicembre Luigi fu ammesso nell'Albo dei CTU del Tribunale di Biella col numero 691. Di seguito il dettaglio riportato sul web dal Tribunale:
 
AlboTribunaleBiella
 
2008: nel mese di marzo Luigi è stato ammesso, in qualità di Membre Agréé (Ingénieur en Informatique), nella C.E.A.C.E. - Chambre des Experts Agréés de la Communauté Européenne, con sede legale nel Luxembourg e sede amministrativa a Clermond-Ferrand (France).
 
2014: il 24 maggio furono pubblicati sul sito dell'ART-Autorità per la Regolazione dei Trasporti, http://www.autorita-trasporti.it/esperti/ gli Elenchi degli Esperti selezionati dall'ART. In due elenchi, approvati con Delibera del 7 maggio, risulta inserito Zamprotta Luigi, che aveva presentato domanda di partecipazione alla selezione pubblica indetta con Delibera dell'Autorità del 13 febbraio 2014. Si tratta dell'Elenco degli Esperti del Profilo Tecnico-Ingegneristico-Informatico e dell' Elenco degli Esperti del Profilo Organizzazione e Gestione dei Sistemi informativi e Controllo di gestione. In seguito, nel 2016 ha superato la Selezione pubblica ed è stato inserito nell'Elenco della Sezione Esperto Informatico (l'Elenco comprende solo 4-quattro- Esperti).
 
eLENCO eSPERTI art2016
 
 
ELENCOESPERTI ART2016
 
2015: 9 marzo. Sabato 7 marzo Luigi è stato a Bruxelles, invitato alla cerimonia del 150° anniversario di fondazione della SRPMDB-Société Royale Philanthropique des Médaillés et Décorés de Belgique, Associazione filantropica e patriottica, fondata il 3 dicembre 1865, sotto l'Alto Patronato dalla Casa reale belga con Autorizzazione reale del 2 luglio 1883 dell'allora Re Leopoldo II.
In questa occasione gli è stata conferita la Medaglia commemorativa del 150mo anniversario con Diploma di accompagnamento, Matricola socio N. 2015 7 8107, Brevetto N. 0047. Alla cerimonia, che si è svolta nel Municipio di Bruxelles, ha partecipato l'Ammiraglio Michel Hoffmann in rappresentanza di S.M. il Re dei Belgi; il Borgomastro di Bruxelles, e altre autorità. Luigi è stato accolto da Gilbert Gérard, Presidente della Sezione di Namur, e dalla consorte, signora Annie Dussart, Tesoriera, entrambi componenti del Consiglio nazionale della Société, i quali lo hanno anche accompagnato per un tour di Bruxelles:
 
BruxellesMedBruxelles SRPMDB
La Medaglia commemorativa del 150mo anniversario di fondazione e il relativo Diploma di conferimento
SRPMDBMars2015
Bruxelles, 7 marzo 2015, 150mo Anniversario della SRPMDB: Luigi col Presidente della Sezione di Namur, Gilbert Gérard, e la consorte, Annie Dussart
 
 
2016: il 31 gennaio è stata conferita a Luigi la distinzione onorifica di Chevalier da parte della SRPMDB-Société Royale Philanthoipique des Médaillés et Décorés de Belgique, Brevetto N. 6006. La notizia è stata riportata a pagina 11 del numero di marzo della rivista dell'Associazione, La Babillarde. La cerimonia di consegna ufficiale delle onorificenze avverrà il prossimo 4 giugno. Il Cancelliere della Société Royale ha fatto pervenire a Luigi l'AUTOPORT, un documento ufficiale emesso dalla SRPMDB contenente sia i dati anagrafici del titolare sia la foto sia le distinzioni onorifiche conferitegli in Belgio e nel Paese di appartenenza. Si tratta di una specie di documento di riconoscimento che poi viene periodicamente aggiornato soltanto dalla Cancelleria in occasione di nuovi conferimenti. Le contraffazioni sono punite ai sensi degli artt. 228 e 229 del Codice penale Belga. 
 
 Diplome de ChevalierCroix de Chevalier
Il Diploma e la Croix de Chevalier
 
 
2016: 22 settembre. Oggi finalmente anche l'Italia ha deciso di riconoscere come ingegnere Luigi, riconosciuto come tale in Francia dal 1996-98 (IESF/CNISF-Consiglio Nazionale degli Ingegneri di Francia, Parigi) e nel Regno Unito (SPE-Society of Professional Engineers) dal 2003, e da altri 195 Paesi!!! Non avendo ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Giustizia (che cosa c'entra con le professioni?), ha dovuto sostenere gli esami di stato per l'abilitazione alla professione di ingegnere. Ha scelto l'Università di Napoli (che già gli aveva riconosciuto la laurea in Scienze e Tecnologie informatiche proprio per poter sostenere questo tipo di esame), dopo aver frequentato, nel periodo aprile/giugno, il Corso serale di preparazione agli esami di stato per l'abilitazione, organizzato dall'Ordine degli Ingegneri di Milano presso il Politecnico di Milano). Ha superato, a Napoli, presso la Scuola Politecnica di Piazzale Tecchio, le 2 prove scritte sostenute il 22 giugno, le prove orali del 12 settembre e la prova pratica progettuale del 14 settembre. Il 22 settembre è apparso on line l'esito finale di abilitatazione alla professione anche in Italia, dominata da una ottusa e incapace burocrazia. Ricordo che il 7 febbraio 2006 la sua laurea statale francese, conseguita il 29 marzo 2005, fu riconosciuta equipollente alla laurea magistrale italiana in Informatica con DPCM-Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri,  previo parere vincolante del MIUR-Ministero Istruzione Università e Ricerca. E con questo abbiamo chiuso una vicenda che poteva verificarsi soltanto in Italia. Il 22 ottobre è stato ammesso nell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano col numero di matricola B 30965.
 
DipIngNapoli
Questo è un particolare della facciata della Scuola Politecnica di Napoli - Dipartimento di Ingegneria
dove Luigi ha sostenuto gli esami di stato per l'abilitazione all'esercizio della professione in Italia. 
 
 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Settembre 2017 18:12
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!